ACCEDI AL Quotidiano di Puglia.it


oppure usa i dati del tuo account

Frank Vitucci alla guida dell'Happy Casa Brindisi

Frank Vitucci

BRINDISI - Sfuma il ritorno di Piero Bucchi. L'Happy Casa Brindisi infatti comunica che il nuovo capo allenatore è Francesco Vitucci. Il sostituto di Sandro Dell'Agnello, esonerato dopo il kappaò contro il Trento, ha firmato un contratto valido fino al termine della stagione sportiva 2018/19. Frank giungerà a Brindisi nelle prossime ore e guiderà la squadra nella trasferta di Capo d’Orlando in programma sabato 16 dicembre. La presentazione ai tifosi e alla stampa avverrà domenica pomeriggio alle ore 17:00 quando parteciperà con tutta la squadra all’evento presso lo store Happy Casa del BrinPark.

Nato a Venezia il 5 aprile del 1963, è reduce dall’ultima esperienza in Lega A con l’Auxilium Torino conclusasi dopo 49 partite suddivise tra la prima stagione da subentrato in corsa ottenendo un’insperata salvezza all’ultima giornata e l’intera regular season 2016/17 terminata all’11° posto.
Vitucci inizia la carriera nelle giovanili della squadra della sua città, la Reyer Venezia, ricoprendo dal 1986 al 1994 il ruolo di vice allenatore e nei due anni successivi da head coach consacrati dal sigillo della promozione in A1. A causa del fallimento societario degli orogranata, si trasferisce a Imola dove in 5 anni consegue la promozione in Lega A, due 9° posti consecutivi e la vetrina europea della Coppa Korac (1999/2000) e Coppa Saporta (2000/01) oltre alla partecipazione ai playoff scudetto.
Dopo le due stagioni in Legadue a Scafati, riceva la chiamata dalla gloriosa Benetton Treviso nel ruolo di vice allenatore di coach Ettore Messina. Nel suo ciclo complessivo di 9 anni, lavora con Messina, Blatt, Ramagli e Mahmuti alzando 3 Coppe Italia, una Supercoppa Italiana e il titolo di campione d’Italia nel 2005/06. A seguito dell’esonero di Mahmuti viene promosso a head coach nella seconda parte della stagione 2009/10.
Dal 2010-2012 e dal 2013-2015 guida la Scandone Avellino, intervallata dall’esperienza alla Cimberio Varese nel 2012/13. Una cavalcata esaltante con il primo posto in regular season (23 vinte e 7 perse) e il titolo di allenatore dell’anno. Solo la finale di Coppa Italia persa 74-77 e l’eliminazione a gara 7 della semifinale playoff, entrambe ad opera della Montepaschi Siena, la rendono “quasi trionfale”.
Al timone degli irpini centra invece un 4° posto in regular season, la semifinale di coppa italia e i quarti playoff al primo anno.
Il 14 dicembre del 2015 prende il posto di Luca Bechi all’Auxilium Torino conquistando la storica permanenza in Lega A all’ultima giornata a discapito della Virtus Bologna e una tranquilla salvezza durante il corso dell’ultimo campionato LBA.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Il punto sulle salentine in Lega Pro
Video

Il punto sulle salentine in Lega Pro

  • Calcio - Il punto di Lino De Lorenzis sulle squadre salentine

    Calcio - Il punto di Lino De Lorenzis sulle...

  • Lecce, Francavilla, Taranto: il punto sulle salentine in Lega Pro

    Lecce, Francavilla, Taranto: il punto sulle...

  • Ecco la collezione Panini 2016-17

    Ecco la collezione Panini 2016-17

  • Lega Pro, il punto sulle salentine

    Lega Pro, il punto sulle salentine

  • Il Lecce festeggia, il Taranto protesta: il punto sulla Lega Pro

    Il Lecce festeggia, il Taranto protesta: il...

  • Lega Pro, il punto delle pugliesi Lino De Lorenzis

    Lega Pro, il punto delle pugliesi Lino De...

  • Lega Pro, il punto sulle salentine con Lino De Lorenzis

    Lega Pro, il punto sulle salentine con Lino...

Prev
Next

NEWS